L'evoluzione della cultura dell'Aufguss

Negli anni 90 non si sapeva né cosa fosse un aufguss né si poteva immaginare cosa potesse offrire una cabina sauna. Al “wellness” non era attribuita l’importanza di cui gode oggi. Vi erano alcuni piccoli impianti di sauna dove ci si recava per sudare, senza perdersi in riflessioni sui reali effetti della sauna sulla salute. A metà degli anni 90 vi fu un primo risveglio della consapevolezza dell’importanza della salute in quanto il mondo moderno richiedeva sforzi sempre maggiori ed un numero crescente di persone cercava nella sauna il proprio momento di quiete.
Agli esordi del ventunesimo secolo, in alcune parti della Germania, dell’Austria ed in Alto Adige vi fu un fiorire di centri acquatici e benessere, dotati di aree sauna sempre più grandi ed equipaggiate con cabine sauna finlandesi e bagni di vapore. L’esperienza della sauna assunse un’importanza sempre maggiore fino a diventare parte integrante della vita quotidiana. Anche i turisti scoprirono e impararono ad apprezzare le sedute in sauna.
Per intrattenere gli ospiti, il 22 dicembre 2005 presso la struttura Cron4, e per la prima volta in Alto Adige, due Maestri di Aufguss celebrarono un Aufguss così come lo conosciamo oggi. Con il passare del tempo, questo rito ebbe un’evoluzione sempre più stravagante e, arricchito di musica, effetti di luce, costumi ed utensili di ventilazione alternativi, si trasformò nel momento clou dell’intera seduta in sauna. Grazie al crescente entusiasmo, nel 2007 fu organizzato il primo “Campionato Italiano di Aufguss”, in cui si trattava di convincere gli ospiti della sauna della propria “arte di celebrare l’Aufguss”. Negli anni successivi ebbero luogo ulteriori campionati che travalicarono i limiti dei confini nazionali ed oggi vengono organizzati campionati di sauna e di Aufguss a livello pressoché europeo. Gli Aufguss hanno ormai raggiunto l’apice del loro boom e gli spettacoli eccentrici si possono considerare all’ordine del giorno.
L’originario Aufguss, tradizionale, eseguito senza effetti scenografici quali costumi e luci, ma effettuato unicamente con dell’acqua, ghiaccio, oli eterici ed un asciugamano, è quasi caduto nell’oblio.
L’attenzione durante il rituale dell’Aufguss dovrebbe incentrarsi sul benessere e sul rilassamento dell’ospite, non tanto su chi esegue l’Aufguss. Questo processo quasi involutivo è parte integrante di un concetto di benessere unico e straordinario, vale a dire di “Evolution3”.